Smart a guida autonoma decide da sè di parcheggiare a cazzo.

Berlino: battuta d’ arresto nelle sperimentazioni delle automobili a guida autonoma. Ingegneri e sviluppatori di software si sono trovati di fronte a un caso di difficile spiegazione. Pare che , sebbene durante la  marcia i risultati siano ottimi, è al momento di parcheggiare che le Smart creano problemi per ora insormontabili. Nonostante gli algoritmi di simulazione non denotino anomalie, le Smart si rifiutano di parcheggiare come Cristo comanda. In particolare, vanno ghiotte per le aiuole, i posti riservati e le soste perpendicolari ai marciapiedi. Un paio addirittura pare preferiscano rompere i coglioni sotto curva oppure siano ormai esperte del parcheggio al millimetro, che impedisce all’ automobile vicina di aprire lo sportello. Per il momento le sperimentazioni sono state interrotte  e il software di guida è sotto attenta indagine da parte delal NASA. Un ingegnere che ha preferito rimanere anonimo, ha dichiarato che negli ambienti scientifici si comincia a supporre che non ci sia nulla da fare, e che questa tendenza sia insormontabile, una caratteristica “personale” della simpatica automobilina.

 

 

Condividimi

Be the first to comment on "Smart a guida autonoma decide da sè di parcheggiare a cazzo."

Leave a comment

Your email address will not be published.