Scienziato scopre al microscopio elettronico clausola bancaria.

(Roma) A.F. , scienziato in forza ai laboratori tecnologici del C.E.R.K di Roma si è casualmente imbattuto in una scoperta che lo ha sconvolto: mentre attivava il microscopio elettronico per studiare una coltura batterica che si presume alla base  di una epidemia di verruche, un colpo di vento ha mosso dalla scrivania la lettera con l’ estratto conto che la banca gli aveva inviato. Il documento è planato in corrispondenza del vetrino che A.F. stava per esaminare. Il giovane non poteva credere ai propri occhi. A caratteri infinitesimali la sua banca aveva apposto  una clausola capestro impossibile da rilevare ad occhio nudo, che era sfuggita perfino a lui, che conoscendo il brigantaggio perpetrato da alcuni istituti di credito si era premunito di una grossa lente di ingrandimento quando, alcuni anni prima, aveva  aperto il suo conto.

La notizia è stata immediatamente diffusa sui social, e molti altri scienziati( i soli a poter disporre del microscopio elettronico) hanno trovato clausole analoghe sui loro documenti bancari. La clausola scoperta da A.F. prevede una penale di euro 1000 in caso il correntista chiuda il conto prima di tre generazioni, e un interesse del 56% in caso di rosso superiore a 5 euro.    

Condividimi

Be the first to comment on "Scienziato scopre al microscopio elettronico clausola bancaria."

Leave a comment

Your email address will not be published.